I Sindaci dell'Empolese Valdelsa e del Valdarno Inferiore si stringono intorno e sostengono Ventignano

08/04/2015

Quest’anno tutta la Toscana si è mobilitata per il 2 Aprile, giornata per la consapevolezza per l’Autismo. Molte le iniziative.

Molto importante l’iniziativa a Fucecchio dove il Sindaco Alessio Spinelli ha formalmente riconsegnato al Direttore sanitario della USL 11, Dott. Renato Colombai, le chiavi della Casa di Ventignano, distrutta il 10 novembre da un fulmine . La Casa è ormai pronta per essere nuovamente abitata dai ragazzi. Dopo quanto successo il 2 Aprile a Fucecchio è ormai chiaro a tutti che Ventignano è più di un centro diurno per persone con autismo. Ventignano è ormai un brand e vuol dire un certo modo di occuparsi delle persone con autismo. La ricerca di un progetto di vita e non di un progetto piuttosto che un altro. Si cerca di parlare della della vita di queste persone e di comportarci di conseguenza: costruire un percorso di vita usando gli strumenti che la comunità ci offre per accogliere i propri figli più deboli. Tutto nasce qualche anno fa intorno alla Casa di Ventignano. Questa casa che nel nostro territorio ha creato un nuovo modo di approcciarsi alla disabilità intellettiva: non più una risposta generica, anche se buona, ma una risposta specifica per il tipo di disabilità e ritagliata il più possibile su ogni persona. Il centro si è posto subito come una presenza importantissima nella comunità che ha accolto con grande entusiasmo e generosità questi ragazzi. Ma poi, seguendo questa strada ecco un potenziamento di una  presa in carico già buona nelle scuole. Il comune di Fucecchio ha cercato oltremodo di sostenere la presa in carico dei ragazzi con autismo che frequentano la scuola media. Per prepararli magari ad un passaggio alle superiori o ad altre attività. Il progetto lavoro poi, a Ventignano, sta diventando più di una realtà. Con gli 8 quintali di ortaggi venduti ogni settimana, ortaggi preparati anche con il lavoro dei ragazzi e venduti in 13 punti di distribuzione nelle città del nostro territorio, si completa un percorso di presa in carico in tutte le fasi della vita delle persone con autismo. Realizzando quella presa in carico totale auspicata già tanti anni fa nel programma TEACCH nato negli stati uniti 40 anni fa. Ventignano è sempre più sinonimo di autismo e Fucecchio si candida sempre di più e con fatti concreti ad essere sempre il polo dell'autismo del nostro territorio. I sindaci che si sono stretti intorno ai nostri ragazzi in consiglio comunale a Fucecchio il 2 aprile scorso ci hanno detto e hanno sostenuto questo. Ci hanno detto quanto sono vicini a questo progetto. Andiamo avanti e continuiamo a potenziare questa realtà. Farà bene ai ragazzi, farà bene alle famiglie, farà bene a Fucecchio e a tutte le altre città, farà bene alla cultura della disabilità. Farà bene a tutti noi

Galleria immagini

Newsletter

Inserisci la tua mail
Leggi l'informativa sulla privacy

Notizie

Riportiamo con piacere sulle pagine del nostro sito  il

Martedì 14 giugno la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva un disegno di legge che sui social network e sui...

La Regione Toscana intende favorire la vita di relazione e l'inclusione sociale delle persone con...

Delibera regione Toscana N 393 del 30-03-2015

Pubblichiamo e mettiamo a disposizione dei nostri lettori e di tutti gli amici dei...