Un'idea di Cohousing presentata al convegno "dalla legge alla vita" del 28 ottobre

31/10/2016

Venerdì 28 ottobre si è svolto a Fucecchio, all'auditorium della Fondazione I Care,  il convegno "La persona disabile fra uguaglianza e libertà: dalla legge alla vita". Una sala piena di persone molto interessate, provenienti da tutta la Toscana, oltre che dal nostro territorio, ha accompagnato i lavori. Molto apprezzate le  relazioni dell'Avv. Daniele Piccione, dell'On. Filippo Fossati e di Marino Lupi (le suddette relazioni come tutti gli atti del convegno verranno pubblicati in seguito), ma certamente il clou della serata è stata la presentazione del parte  del Vice Sindaco del Comune di Fucecchio Emma Donnini e dalll'Avv. Lorenzo Calucci, Presidente della Società Fucecchio Servizi Srl, società partecipata interamente dal Comune di Fucecchio di un'idea progettuale di Cohousing.
Partendo dalla Convenzione Internazionale di New York sui diritti delle persone disabili e dalla Legge n. 112, Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilita' grave prive del sostegno familiare, che al punto C dell'art. 4, "...sponsorizza anche la realizzazione  di interventi innovativi  di residenzialità per le persone con disabilità grave...  volti alla creazione di soluzioni alloggiative di tipo familiare e di co-housing...",Lorenzo Calucci ha ribadito che "...La domiciliarità della persona comprende la persona stessa con la sua globalità, unicità, irripetibilità e tutto ciò che la circonda che significa la casa con  i suoi affetti, ricordi, esperienze, gioie e sofferenze… ma va oltre … rappresenta il rapporto con l’esterno, con ciò che la circonda, l’ambiente, il paesaggio, il paese, le relazioni, la cultura locale. ...." .

Fucecchio è un Comune nel cui territorio insiste un importante patrimonio immobiliare rappresentato dai beni della ex Fondazione Opera Pia, composti da terreni e fabbricati passati nelle disponibilità dell’Ente dal 1999. Sul territorio comunale esistono molte associazioni che negli ultimi decenni hanno lavorato per garantire una vita de istituzionalizzata. Una ricerca costante in cui si possa e si voglia cercare luoghi familiari dove  crescere. Esiste un Privato Sociale come per esempio la  Cooperativa Sinergic@ che con i propri “ortolani coraggiosi” ha creato una vera struttura di piccola impresa sociale, che produce e vende all’intera comunità di questo territorio il prodotto del proprio lavoro. Gli ortaggi. Ortaggi che non solo verdure, ma rappresentano il momento del riscatto sociale. Che vi è una società partecipata direttamente dall'Ente, la Fucecchio Servizi srl, che fra le sue  attività gestisce le mense scolastiche con la preparazione di 1200 pasti per le scuole e per gli asili.

Le associazioni, la cooperativa Sinergic@, la società Fucecchio servizi Srl e l'Amministrazione Comunale di Fucecchio  hanno invitato tutti i presenti e tutta la comunità a lavorare ad un'idea che parta dal diritto alla vita, al lavoro, alla casa, per arrivare a realizzare un co-housing, in cui insieme alla coabitazione solidale ci siano opportunità di lavoro ( ad esempio una fattoria sociale che sviluppi anche luoghi recettivi per un turismo sensibilizzato per esempio agri camping).

La relazione e l'idea presentata non hanno tradito le aspettative. Una grande idea progettuale le cui parole guida:  vita, lavoro, casa, inclusione, felicità, sono finalmente le parole che ogni persona disabile, ogni familiare di persona disabile, ogni cittadino vorrebbe sempre ascoltare e vorrebbe sentirsi dire. Parole che allontanano altri scenari le cui parole guida sono: istituti, moduli, poli della disabilità, centri, parole più tristi, che non hanno futuro, che non vogliamo più ascoltare (Marino Lupi).

Alla fine del dibattito molti gli interventi dal pubblico. Fra questi vogliamo citare gli interventi di:
Gemma Del Carlo, Presidente Coordinamento Regionale delle Associazioni per la salute mentale;
Dott.Bruno Sales, Responsabile NPI ex ASL 11
Serena Spinelli, Consigliera Regionale Toscana per il PD;
Andrea Pieroni, Consigliere  Regionale Toscana per il PD;
Dott. Vito D'Anza, psichiatra, portavoce del Forum per la salute mentale;
Robero Vezzosi, già DG USL 11
Beatrice Cioni, Consigliera Comunale Comune di Empoli

Don Andrea Cristiani Fondatore movimento Shalom

 

Galleria immagini

Newsletter

Inserisci la tua mail
Leggi l'informativa sulla privacy

Notizie

Riportiamo con piacere sulle pagine del nostro sito  il

Martedì 14 giugno la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva un disegno di legge che sui social network e sui...

La Regione Toscana intende favorire la vita di relazione e l'inclusione sociale delle persone con...

Delibera regione Toscana N 393 del 30-03-2015

Pubblichiamo e mettiamo a disposizione dei nostri lettori e di tutti gli amici dei...